OSG-regolamento

REGOLAMENTO DELLA SOCIETÀ SPORTIVA

  1. ORARI: Ogni atleta deve essere puntuale agli orari stabiliti di inizio allenamenti: per questo motivo deve verificare gli orari e le eventuali modifiche comunicate dagli allenatori o esposte nelle bacheche della palestra o del bar. Non è possibile uscire dalla palestra o dal campo durante il periodo di allenamento senza comunicazione formale da parte dei genitori (solo per i minorenni)
  2. ASSENZA DAGLI ALLENAMENTI: In caso di mancata presenza all’allenamento si prega di informare telefonicamente ed in anticipo l’allenatore o il dirigente della propria squadra.
  3. COMPORTAMENTO ATLETI: Gli atleti devono mantenere un comportamento corretto ed educato sia con i compagni di gioco che con gli allenatori ed istruttori, in palestra/campo che nei locali spogliatoi. In caso contrario, l’atleta verrà prima ufficialmente richiamato dal proprio allenatore ed in caso di continuità verrà informato il Consiglio Direttivo della Società il quale potrà decidere anche la sospensione temporanea e/o l’allontanamento dell’atleta dalla società sportiva.
    Non verranno tollerate situazioni di litigio tra atleti e/o condizioni in cui si pregiudichi la sicurezza fisica dei ragazzi. Gli spogliatoi dovranno essere mantenuti nelle condizioni di pulizia ed ordine in cui sono stati trovati; questo vale anche per gli impianti che ci ospitano durante le gare in trasferta.
  4. IGIENE PERSONALE: È auspicato l’uso della doccia dopo gli allenamenti e il gioco, per evidenti ragioni igieniche. A questo scopo gli allenatori sproneranno gli atleti ad ottemperare a tale buona abitudine. Negli spogliatoi è consentito l’ingresso solo agli atleti, all’allenatore e al dirigente accompagnatore. Si invitano i genitori e/o parenti a non entrare negli spogliatoi, se non qualora strettamente necessario o se preventivamente concordato con l’allenatore.
  5. RECLAMI: l’allenatore è il responsabile del gruppo, non solo dal punto di vista tecnico ma anche educativo: i giocatori e i genitori che hanno problemi o reclami da fare si devono rivolgere anzitutto a lui o al dirigente accompagnatore; nel caso in cui il reclamante non si ritenga soddisfatto delle spiegazioni riportate dall’allenatore o dall’accompagnatore, lo stesso potrà rivolgersi al Consiglio Direttivo, le cui eventuali decisioni in materia sono insindacabili.
  6. MATERIALE TECNICO: Tutte le squadre saranno dotate di divise da gioco ufficiali di proprietà della società sportiva. Tutto il materiale sportivo fornito (borsa, divisa di gioco, tuta ecc.) deve essere mantenuto con cura, anche in rispetto alla società.
    La divisa rappresenta la bandiera societaria durante le gare sia casalinghe che in trasferta. I genitori sono invitati a curare il materiale sportivo fornito ai propri figli; mentre la divisa deve essere riconsegnata ogni anno, la tuta e la borsa rimangono di proprietà e potranno essere sostituite gratuitamente dopo almeno tre anni.
    È possibile comunque acquistare, in ogni momento, una nuova tuta o una nuova borsa. In caso di abbandono, sospensione o interruzione dell’attività sportiva l’atleta è tenuto a riconsegnare il materiale in buone condizioni, così come lo ha ricevuto.
  7. SPAZI PER GENITORI E ACCOMPAGNATORI:
    Calcio: durante gli allenamenti i genitori, o chi per essi, potranno presenziare esclusivamente fuori dagli spazi dedicati alle attività sportive e non dovranno interferire con gli allenatori né disturbare la sessione di allenamento.
    Volley – Basket: ai genitori non è consentito presenziare agli allenamenti in palestra.
  8. PALESTRA E CAMPO DI CALCIO: L’ingresso nell’area di gioco in palestra o sul campo da calcio è assolutamente vietata a tutti coloro che non sono tesserati per la società e che quindi non sono coperti da assicurazione.
  9. PARTITE E TRASFERTE DI GIOCO: Le convocazioni per le partite vengono stabilite dall’allenatore e sono insindacabili. L’allenatore decide i convocati sulla base di molteplici fattori individuali (presenza dell’atleta agli allenamenti, impegno, resa fisica/tecnica), che verranno diversificati secondo la fascia d’età alla quale appartiene l’atleta (elementari – medie – superiori), ma anche e soprattutto in un’ottica di gruppo. Tali aspetti sono noti agli allenatori e dirigenti delle singole formazioni, mentre sono spesso del tutto sconosciuti a genitori e pubblico. Questi ultimi devono pertanto evitare di interferire con le decisioni dell’allenatore.
  10. RITROVI: Per le partite in trasferta, il luogo e l’orario di ritrovo saranno stabiliti dall’allenatore.
    È auspicabile, tranne casi eccezionali, che, trattandosi di una squadra, si parta tutti insieme dal punto di ritrovo concordato, sia per una questione di immagine del gruppo sia, più praticamente, per poter essere disponibili a trasportare gli atleti che non dovessero essere accompagnati dai propri genitori.
  11. COMPORTAMENTO SCORRETTO: Gli atleti dovranno tenere sempre un comportamento educato e consono all’ambiente oratoriano; qualora dovesse ritenerlo opportuno (ad esempio a seguito di reiterati richiami) il presidente può chiedere all’allenatore di non far giocare l’atleta che si è reso colpevole del comportamento scorretto
  12. RICHIESTA NULLA OSTA PER ALLENARSI PRESSO ALTRA SOCIETÀ: Il tesseramento è annuale, e pertanto il vincolo si intende fino alla fine dei campionati (invernali e primaverili). Eventuali nulla osta per effettuare provini presso altre società dovranno essere obbligatoriamente richiesti al Consiglio Direttivo, tramite l’allenatore.
    Si ricorda che gli atleti che all’insaputa della società dovessero comunque effettuare allenamenti presso altre società non sono coperti da assicurazione e, quindi, nel caso di infortunio, l’assicurazione dell’Oratorio San Giorgio non risarcirà i danni
  13. RICHIESTA TRASFERIMENTO PRESSO ALTRA SOCIETÀ: La società nella quale l’atleta intende trasferirsi deve contattare il Consiglio Direttivo, anche tramite l’allenatore o il direttore tecnico della specifica disciplina. In tal senso si invitano i genitori e o l’atleta maggiorenne ad invitare la nuova società a seguire questa indicazione.
  14. VISITA MEDICO-SPORTIVA: Per tutti gli atleti iscritti la visita medica è prenotata automaticamente dalla società e verrà effettuata presso un Centro di Medicina Sportiva.
  15. ASSICURAZIONE: Le condizioni di assicurazione degli atleti possono essere visionate on-line sul sito www.csimilano.it.
  16. MULTE E SANZIONI: Oltre che essere un comportamento deplorevole, si ricorda che le intemperanze del pubblico durante lo svolgimento delle partite (schiamazzi, insulti, comportamenti antisportivi, ecc) comportano multe e sanzioni  comminate dalle Federazioni che vanno ad incidere sul bilancio della Società Sportiva.